giovedì 18.01.2018
caricamento meteo
Sections

Commercio

Graduatoria

Nel fac-simile del bando si dice che “Contro le graduatorie possono essere presentate osservazioni da presentare al Comune dal …………… al ………….. (Si propone tra il 15 marzo e il 15 aprile). Il Comune si pronuncia entro i successivi 15 giorni pubblicando la graduatoria definitiva.” Tale disposizione è da intendersi nel senso che il Comune ad ogni osservazione deve rispondere nei 15 giorni successivi oppure che nei 15 giorni successivi alla scadenza dell'intero periodo previsto per le osservazioni (30 aprile) il Comune deve pronunciarsi su tutte quelle pervenute e pubblicare la graduatoria?

Il senso dell’espressione da lei richiamata è che il Comune si pronuncia sulle osservazioni pervenute attraverso la pubblicazione della graduatoria definitiva, che avviene entro i 15 giorni successivi alla scadenza del termine per la presentazione delle osservazioni, quindi entro il 30 aprile 2017. D'altronde il 30 aprile è il termine ultimo per la pubblicazione della graduatoria definitiva previsto nel Documento Unitario della Conferenza delle Regioni del 3 agosto 2016: si veda a tale proposito il punto 6 (Tempistica per il rilascio delle concessioni in scadenza nelle fiere, nei mercati e nei posteggi isolati).

Dalla Circolare Regionale si evince che la regolarità contributiva deve sussistere al momento del rilascio della autorizzazione e non necessariamente al momento della presentazione della domanda. Come si concilia questa indicazione con le fasi del procedimento di cui alla graduatoria provvisoria e alla successiva graduatoria definitiva? Se la non regolarizzazione alla data della domanda può – come parrebbe – essere sanata entro la data di rilascio della autorizzazione in tali graduatorie troverebbero allocazione anche soggetti non regolari. Quanto sopra con riferimento quanto meno alla graduatoria definitiva parrebbe illogico.

Nel confermare quanto indicato in merito nella citata circolare, si suggerisce di precisare la circostanza nell'atto di approvazione della graduatoria. In questo modo sarà chiaro che il rilascio dell'autorizzazione/concessione avverrà non solo tenendo conto dell'esito e dell'ordine della graduatoria, ma anche della verifica della regolarità contributiva al momento del titolo abilitativo e che, in pratica, se il primo in graduatoria risulterà irregolare, si scorrerà la graduatoria.

Se per un posteggio messo a bando non perviene alcuna domanda, il Comune è comunque tenuto ad assegnarlo?

Se per un posteggio messo a bando non viene presentata alcuna domanda, ovvero vengono presentate una o più domande ma per qualche ragione non è possibile procedere all'assegnazione a nessuno, il posteggio diviene libero e  l'amministrazione deciderà o di assegnarlo alla spunta o di assegnarlo in concessione con le modalità di cui all'allegato alla d.g.r. 1368/1999.

Azioni sul documento
Pubblicato il 19/12/2016 — ultima modifica 22/12/2016
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it