Stabilimenti balneari, si riapre il bando per interventi di qualificazione e innovazione

Nuova finestra per le domande di contributo a fondo perduto dal 26 al 28 ottobre 2020

Una nuova finestra temporale per il Bando per la qualificazione e innovazione degli stabilimenti balneari proposto dalla Regione Emilia-Romagna per promuovere e rilanciare l’offerta turistica e il turismo balneare nel territorio.

Le domande di contributo possono essere presentate, esclusivamente tramite applicativo web Sfinge 2020, dalle ore 10 del giorno 26 ottobre 2020 alle ore 13 del giorno 28 ottobre 2020, salvo la chiusura anticipata della finestra nel caso del raggiungimento del numero massimo di 250 domande.

L'iniziativa sostiene gli interventi di riqualificazione e innovazione degli stabilimenti e delle strutture balneari marittime anche in termini di sostenibilità e in relazione ai nuovi scenari derivati dell'emergenza sanitaria Covid-19. Sono ritenute ammissibili le spese per opere edili, murarie e impiantistiche; le spese per l’acquisto di attrezzature, impianti, finiture, arredi, dotazioni informatiche; le spese per l’acquisizione di servizi di consulenza.

I destinatari del bando sono le imprese emiliano-romagnole di qualsiasi forma giuridica che esercitano, anche in regime di concessione, l’attività di gestione degli stabilimenti e delle strutture balneari marittime.

L’agevolazione, a fondo perduto, è concessa nella misura pari al 40% delle spese ritenute ammissibili. Il progetto finanziabile dovrà avere una dimensione minima di investimento ammesso pari a 30mila euro
Il contributo massimo concedibile per ciascun progetto ammesso non potrà comunque eccedere l’importo di 15mila euro.