Dalla Regione un aiuto alle imprese che organizzano gite ed escursioni su motonavi

Via libera al bando da 200mila euro per contributi una tantum. Domande entro il 26 ottobre

Un'azione di sostegno concreta a favore delle imprese dell'Emilia-Romagna che organizzano servizi turistico-ricreativi di trasporto passeggeri non di linea su motonavi da escursione. La Giunta regionale ha dato infatti via libera a un nuovo bando finalizzato a contenere l'impatto negativo della pandemia da Covid-19 per questo settore. A disposizione ci sono 200.000 euro, con un tetto massimo di contributo di 8.000 euro a ogni impresa che abbia subito un drastico calo del fatturato nella fase post lockdown.

Il comparto delle escursioni in motonave in mare o sui corsi d’acqua interni navigabili rappresenta una piccola nicchia del più ampio mercato turistico regionale, ma la Regione in prospettiva punta su di esso per promuovere luoghi e ambienti naturalistici di grande bellezza da riscoprire e valorizzare, magari abbinandoli a visite al cospicuo patrimonio di città d’arte di cui è ricca l’Emilia-Romagna.

Il bando

Entro il 26 ottobre 2020 possono presentare domanda di contributo le imprese di qualsiasi forma giuridica (codici ATECO:  50 -  50.10.00 -  50.30.00) limitatamente all’attività di erogazione di servizi turistico-ricreativi di trasporto passeggeri non di linea su motonavi da escursione, iscritte all’apposito registro delle Camere di commercio, con sede legale o operativa in Emilia-Romagna, che risultano attive almeno dal 1° maggio 2019 e che hanno subito nel periodo compreso tra il 1° maggio e il 31 luglio 2020 un calo del fatturato pari o superiore al 30% rispetto allo stesso periodo del 2019. Il bando regionale non comprende le imprese di trasporto passeggeri di linea, come traghetti e lance-taxi, e di noleggio imbarcazioni e natanti.

L’aiuto finanziario, erogato in regime de minimis, non potrà  superare l’importo dell’effettiva perdita subita da ciascuna impresa nel periodo indicato e in ogni caso non potrà andare oltre il tetto massimo di 8.000 euro a impresa. I contributi saranno erogati fino all’esaurimento del plafond finanziario disponibile. In caso di sforamento del budget complessivo, i contributi  saranno riparametrati in misura proporzionale alla dotazione finanziaria complessiva, senza escludere nessun richiedente, nel rispetto dei requisiti fissati nel bando.

Le domande, una sola per ciascuna impresa di navigazione, devono essere inviate alla Regione Emilia-Romagna esclusivamente mediante posta elettronica certificata all’indirizzo comtur@postacert.regione.emilia-romagna.it. I contributi saranno concessi entro 45 giorni dalla chiusura del termine di presentazione delle domande.

Il commento

“Con questo provvedimento interveniamo per dare un sostegno immediato a un numero ridotto di imprese che svolgono un’attività turistica peculiare della nostra Regione - ha dichiarato l’assessore regionale al turismo, Andrea Corsini -. Un comparto che ha fortemente risentito nei mesi di ripartenza post lockdown, del calo della clientela per la riduzione dei flussi turistici, in particolare gli stranieri, nonché per la limitazione del numero di passeggeri ospitati a bordo in conseguenza delle misure precauzionali adottate per garantire adeguate condizioni di sicurezza”.

Bando Sostegno per i servizi turistico-ricreativi di trasporto passeggeri non di linea su motonavi da escursione

Azioni sul documento

pubblicato il 2020/10/13 11:23:06 GMT+1 ultima modifica 2020-10-13T11:23:06+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina