Internazionalizzazione

Attrazione degli investimenti

La Regione Emilia-Romagna si è dotata di specifici strumenti volti a rendere attrattivo il territorio verso nuovi investimenti e nuovi profili professionali con l’obiettivo di incrementare la competitività del sistema economico, garantendo la sostenibilità ambientale e sociale.

Cosa fa la Regione

La Regione Emilia-Romagna, per favorire l’attrazione di investimenti strategici sul proprio territorio in attuazione della Legge Regionale n. 14 del 2014, promuove Accordi Regionali per l’insediamento e lo sviluppo di imprese che intendano effettuare investimenti dall’elevato valore economico caratterizzati da:

  • accrescimento della specializzazione delle imprese, della capacità competitiva e specializzazione delle filiere e del sistema produttivo regionale, anche con riferimento ai mercati esteri;
  • innalzamento dei livelli di ricerca, tecnologia e capacità di innovazione;
  • miglioramento della sostenibilità ambientale e sociale;
  • effetti positivi, qualitativi e quantitativi, sulla tutela o sull'incremento dell'occupazione.

La Regione sostiene gli interventi con queste caratteristiche attraverso agevolazioni alle imprese. Agli accordi si accede attraverso bandi pubblicati ciclicamente con i quali si selezionano i programmi di investimento che saranno oggetto dell’Accordo. I programmi potranno prevedere:

  • progetti per la realizzazione di infrastrutture di ricerca
  • progetti di ricerca e sviluppo
  • progetti di formazione
  • incentivi all’assunzione di lavoratori disabili o svantaggiati
  • progetti energetico-ambientali
  • progetti connessi alla realizzazione di investimenti produttivi

 Gli investimenti oggetto di Accordo devono essere inoltre coerenti con la Smart Specialisation Strategy (S3) regionale. 

Dal 2016 al 2021, attraverso gli Accordi di insediamento e sviluppo delle imprese sono stati agevolati investimenti per 274 milioni di euro, che hanno favorito la creazione di 2.222 posti di lavoro a tempo indeterminato. Di queste nuove assunzioni oltre la metà ha coinvolto laureati.

La Regione partecipa inoltre alle iniziative del Ministero dello Sviluppo Economico volte a incentivare investimenti industriali e di R&D con forte impatto occupazionale e votati alla sostenibilità ambientale che confluiscono, a seconda delle caratteristiche, in Accordi di innovazione, di programma o di sviluppo che mirino a favorire investimenti strategici in Emilia-Romagna.

Insieme ad Art-ER, la Regione agisce per supportare gli investitori nell’individuazione delle opportunità offerte dal sistema economico dell’Emilia-Romagna e per orientarli nella realizzazione dei progetti industriali. È attivo un contact point che accompagna gli investitori nell’individuazione delle soluzioni e delle opportunità presenti nel territorio offrendo una visuale completa sul sistema economico e le sue specializzazioni, sul sistema della ricerca e su quello della formazione, sulle opportunità insediative e sulle agevolazioni disponibili per la realizzazione dell’investimento.

La Regione opera inoltre per la promozione internazionale del territorio, intesa come valorizzazione delle specializzazioni produttive, dei fattori di competitività e degli obiettivi contenuti nei programmi regionali;. Organizza e partecipa ad eventi internazionali in cui presenta le opportunità insediative e facilita le collaborazioni industriali e la valorizzazione del sistema della ricerca.

A chi rivolgersi

Paolo Galloni
viale Aldo Moro, 44
40127 Bologna
tel: 051.527.5851
paolo.galloni@regione.emilia-romagna.it

PEC: sportelloestero@postacert.regione.emilia-romagna.it

Contact point Art-ER dal lunedì al venerdì, 9.30-13.00
Tel. 051-6450429 
infoleggeregionale14@art-er.it

Azioni sul documento

pubblicato il 2021/10/15 15:09:00 GMT+1 ultima modifica 2021-10-15T15:13:55+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina