Pnrr: l’Emilia-Romagna incontra Cassa Depositi e Prestiti

Confronto per mettere il territorio nelle condizioni di realizzare gli interventi per il lavoro e la crescita sostenibile. 4,3 miliardi di investimenti già programmati

Un sostegno all’intero sistema regionale per poter gestire in modo efficace le risorse straordinarie previste dal Pnrr in Emilia-Romagna dove, a oggi, sono già stati individuati investimenti sul territorio per oltre 4,3 miliardi di euro. Con 250 progetti già finanziati e quasi 9 Comuni su 10 che presentano una iniziativa sostenuta con i fondi del piano. Ma anche un aiuto concreto a enti locali e imprese per raggiungere obiettivi strategici di innovazione, sviluppo e crescita.

Opportunità e servizi, scambio di informazioni e buone pratiche: tutto questo è stato al centro dell’incontro fra la Regione Emilia-Romagna i rappresentanti di Cassa Depositi e Prestiti (CDP) e il Patto per il Lavoro e per il Clima, che vede insieme Regione, parti sociali, enti locali, mondo della scuola e università, associazioni ambientaliste e terzo settore, professioni, camere di commercio e banche.

L’incontro, presente il presidente della Regione e coordinato dall’assessore regionale al bilancio, è servito per fare il punto sulle possibili sinergie tra Cdp, le istituzioni e le forze economiche e sociali del territorio.

I rappresentanti di Cdp  hanno illustrato la gamma degli strumenti a disposizione degli enti locali e per le imprese. Per gli enti locali, opportunità finanziarie, ma anche di sostegno, servizi e consulenza per la realizzazione delle infrastrutture, mentre per le imprese private sono disponibili, oltre alle diverse soluzioni per finanziare gli investimenti, anche opportunità in termini di equity e venture capital.

I temi affrontati nell’incontro

Nel corso dell’incontro sono stati affrontati dai rappresentanti di CDP i temi relativi al Modello di servizio e di offerta per la Pubblica Amministrazione (Daniela Boni, responsabile gestione e sviluppo relazioni PA), i Servizi di supporto nell’attuazione del Pnrr(Maria Elena Perretti, Sviluppo advisory), Il modello di servizio e di offerta per le imprese (CDP Matteo Rusciadelli, responsabile gestione e sviluppo relazioni mid corporate centro sud) e Iniziative per lo sviluppo delle Infrastrutture (Alessia Masitto, responsabile finanziamento energia, utilities & Tlc).


Analizzati anche due esempi del territorio emiliano-romagnolo: quello del Gruppo SGR, con l’amministratore delegato Bruno Tani, e quello del Comune di Ozzano Emilia (Bo).

Nel pomeriggio gli incontri si sono conclusi con tre tavoli di lavoro sugli strumenti finanziari a sostegno di enti locali e imprese.

Azioni sul documento

pubblicato il 2022/05/05 17:07:40 GMT+2 ultima modifica 2022-05-05T17:07:40+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina