Due nuovi Clust-ER regionali: economia urbana e turismo

Si punta su un'area di lavoro ai primi passi e su un settore chiave dell'economia dell'Emilia-Romagna

Un’area di lavoro nascente  dedicata a città e territori e un settore chiave dell’economia regionale posto ora di fronte alle sfide della sostenibilità e della qualità dell’offerta: in questi due ambiti operano le nuove associazioni Clust-ER regionali per l’innovazione.

I due nuovi Clust-ER andranno ad aggiungersi alla rete delle associazioni omologhe che operano già in settori chiave dell’economia regionale come agroalimentare, edilizia, meccatronica e motoristica, green, industria della salute e del benessere, quella della creatività e dei servizi che contano già oltre 666 soci (di cui 364 imprese) per 32 value chain.

I Clust-ER economia urbana e turismo sono aperti all’adesione di imprese, associazioni di categoria, startup e professionisti insieme a Università e laboratori di ricerca, per lavorare insieme sull’innovazione, sulla ricerca e sulle competenze e favorire un modello di sviluppo che metta al centro la sostenibilità, il digitale, i dati, l’inclusione sociale e l’equità.

Cosa sono?

I Clust-ER sono comunità di soggetti pubblici e privati (centri di ricerca, imprese, enti di formazione) che condividono idee, competenze, strumenti, risorse per sostenere la competitività dei sistemi produttivi più rilevanti dell’Emilia-Romagna. Una competitività che non si gioca più sull’abilità del singolo (centro di ricerca o impresa) di operare sul mercato globale, ma che dipende sempre più dalla capacità dell’intero sistema territoriale di essere innovativo e attrattivo.

Il video sui Clust-ER 

La presentazione di due nuovi Clust-ER (online)

> 21 luglio: Clust-ER economia Urbana

> 22 luglio: Clust-ER turismo

Azioni sul documento

pubblicato il 2022/07/15 12:55:06 GMT+2 ultima modifica 2022-07-15T12:55:06+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina