Via libera dalla Regione all’intesa per la stazione elettrica di smistamento a Pomposa in comune di Codigoro

Si riattiva nel ferrarese un sito produttivo importante per lo sviluppo del territorio

Approvata dalla Regione l’intesa per la localizzazione, la costruzione e l’esercizio della stazione elettrica di smistamento a 132 kV denominata Carpani, nonché dei raccordi aerei all’elettrodotto a 132 kV Cannaviè - Ca' Tiepolo, il cosiddetto Conserve Italia a Pomposa (Codigoro). L’intervento proposto è stato sviluppato per consentire la riattivazione dello stabilimento della società Kastamonu Italia Srl (già Falco del gruppo Trombini) a Pomposa nel comune di Codigoro (Fe). Il sito si occupa di produzione di pannelli a base di legno riciclato.

La decisione è stata presa dalla Giunta regionale, su proposta degli assessori Vincenzo Colla (Sviluppo economico e Green economy) e Barbara Lori (Aree interne e Programmazione territoriale) nel corso dell’ultima seduta. “Siamo fortemente impegnati a sostenere interventi a favore delle aree più deboli della nostra regione – hanno dichiarato i due assessori -. Con questa delibera consentiamo di riattivare un sito produttivo importante per lo sviluppo di quel territorio”.
Ora il provvedimento, per il completamento dell’iter, sarà trasmesso al Ministero dello Sviluppo economico e al Ministero delle Infrastrutture e trasporti, nonché alla società proponente Brulli Service Srl che opera in nome della società Terna Spa.

Azioni sul documento

pubblicato il 2020/06/17 19:20:46 GMT+2 ultima modifica 2020-06-17T19:20:46+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina