Cassa integrazione in deroga, l’assessore Colla: “Occorre che il Governo dia continuità"

Richiesta all’Esecutivo nazionale da parte degli assessori regionali al Lavoro della Conferenza delle Regioni e Province autonome

Gli assessori regionali al Lavoro della Conferenza delle Regioni e Province autonome hanno concordato di inviare una richiesta al Governo affinché venga adottato un provvedimento urgente che superi lo "spezzettamento" della cassa integrazione in deroga previsto dal Decreto Rilancio per i periodi successivi alle 9 settimane già precedentemente riconosciuti dalle Regioni (13 settimane per la Regione Emilia-Romagna), ovvero 5 settimane fino al 31 agosto e altre 4 dal 1° settembre al 31 ottobre 2020.

“Occorre dare continuità allo strumento della cassa in integrazione in deroga per Covid-19 - ha dichiarato l’assessore regionale allo Sviluppo economico e Lavoro, Vincenzo Colla -. È fondamentale che il Governo intervenga tempestivamente affinché imprese, lavoratrici e lavoratori tra pochi giorni non si trovino davanti ad un ‘vuoto’ di liquidità che comporterebbe ulteriori difficoltà per tante famiglie, già provate dal lungo lockdown”.

“Dopo la crisi sanitaria – ha aggiunto l’assessore Colla - dobbiamo scongiurare una crisi sociale evitando che si creano ulteriori tensioni. Per questo anche come Regione Emilia-Romagna chiediamo al Governo anche un prolungamento del periodo di utilizzo degli ammortizzatori sociali che consenta di coprire maggiormente questa fase di ripartenza. Per molte settimane ancora l’impiego della forza lavoro sarà inevitabilmente ridotto rispetto agli standard pre-Covid. per questo dobbiamo pensare a come accompagnare al meglio i lavoratori per tutto il periodo che sarà necessario per passare alla Fase 3 della ripresa”.

Azioni sul documento

pubblicato il 2020/06/09 09:06:06 GMT+2 ultima modifica 2020-06-09T09:06:07+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina