Ricostruzione post sisma, più tempo alle imprese per dichiarare la fine dei lavori

Prorogati i termini e la scadenza per la rendicontazione finale dei contributi

Fissati nuovi termini per la fine dei lavori e la scadenza per la rendicontazione finale dei contributi per le imprese, di tutti i settori, danneggiate dal sisma del 20 e 29 maggio 2012. La dilazione dei tempi è stata stabilita dall’ordinanza n. 32 del 3 dicembre 2019, inoltre è stato confermato l’impegno alla proroga degli incarichi fino al 31 dicembre 2020 di tutti i lavoratori impegnati nella ricostruzione, nei Comuni, nelle Prefetture e nel Mibac. 

Per le imprese cui sia stato concesso il contributo entro il 31 dicembre 2017, il termine di fine lavori viene posticipato al 31 marzo 2020, e il termine per la presentazione della documentazione di rendicontazione al 30 giugno 2020.
Per le imprese che abbiano ricevuto il contributo dal 1 gennaio 2018 gli stessi termini vengono prorogati rispettivamente al 30 giugno e al 30 settembre 2020. Per le persone fisiche il termine per la fine dei lavori è fissato al 31 ottobre 2020 e quello per la rendicontazione al 31 dicembre 2020.

Per quanto riguarda invece il tema del personale straordinario assunto a seguito del sisma e che operi presso i Comuni, la Regione, le Prefetture e il Mibact, il Governo, in particolare il ministero della Pubblica amministrazione, nell’ambito della discussione sulla conversione del Decreto legge 123/2019 si è impegnato a costituire un tavolo di lavoro con tutti i soggetti coinvolti, per esaminare la situazione dei lavoratori impegnati nella ricostruzione post sisma dell’Abruzzo, dell’Emilia e del Centro Italia. 

Maggiori informazioni nella sezione del portale E-R dedicata al terremoto

Azioni sul documento

pubblicato il 2019/12/09 12:17:00 GMT+1 ultima modifica 2022-09-09T09:11:51+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina