Ripopolamento e rivitalizzazione dei centri storici nei comuni più colpiti dagli eventi sismici del 20-29 maggio 2012

Decreto legge 74/2012 e Ordinanza commissariale n. 12/2020 - Contributi per imprese, associazioni, fondazioni, attività professionali ed enti no profit
Stato
Aperto
Tipologia di bando Agevolazioni, finanziamenti, contributi
Chi può fare domanda
  • Enti del Terzo settore
  • Micro imprese
  • PMI
Data di pubblicazione 19/02/2019
Scadenza termini partecipazione 06/04/2021 13:00

Rendicontazione

Presentazione domanda

Localizzazione degli interventi

Avvisi

  • Con Ordinanza n. 23  del 20 luglio 2020 è stato differito la data iniziale di apertura della 4° finestra del bando ordinario dalle ore 10 del 4 marzo 2021 alle ore 13 del 6 aprile 2021, prevedendo che, già a partire dalle ore 10 del 3 marzo 2021, sia disponibile la piattaforma Sfinge 2020 per la compilazione e validazione delle domande;
  • Chiuso anticipatamente la terza finestra per il raggiungimento del numero massimo di domande presentate (articolo 21 del bando) 
  • Pubblicata Ordinanza n. 12 del 18 maggio 2020 che modifica e integra, le precedenti ordinanze n. 2, 3, 25 e 26
  • Con Ordinanza n. 5 del 23 marzo 2020 (pdf177.59 KB) si stabilisce la deroga alla disciplina delle richieste di proroga dei termini di conclusione dei progetti

Obiettivi

La Regione Emilia-Romagna intende agevolare nel rispetto delle identità e delle vocazioni dei territori colpiti dal sisma, processi di insediamento, riqualificazione e ammodernamento di attività d’impresa, professionali e no profit al fine di:

  • favorire il ripopolamento e la rivitalizzazione delle aree dei centri storici e delle frazioni e/o di altre aree dei Comuni dell’Emilia-Romagna più colpiti dagli eventi sismici accaduti nel maggio del 2012;
  • preservare il senso di comunità e promuovere il ritorno a normali condizioni di vita sociale ed economica attraverso la realizzazione di interventi orientati alla sostenibilità economica, ambientale e sociale in linea con quanto previsto dall’Agenda 2030 dell’Onu.

Beneficiari

Il bando si rivolge alle imprese, alle attività professionali, alle associazioni, fondazioni ed enti no profit

Tipologia e misura del contributo

Per la terza e quarta finestra contributo a fondo perduto da un minimo del 50% ad un massimo del 70% delle spese ritenute ammissibili

Per la prima e seconda finestra contributo a fondo perduto nella misura del 70% delle spese ritenute ammissibili. Il contributo può aumentare del 10% nel caso di  rilevanza della presenza femminile e/o giovanile o nel caso di possesso del rating di legalità.
Il contributo massimo concedibile non può superare i 150.000

Progetti ammissibili

I progetti devono prevedere interventi aventi ad oggetto l’insediamento e/o la riqualificazione, l’ammodernamento e/o l’ampliamento delle attività d’impresa, professionali e/o no profit, in immobili localizzati nelle aree dei centri storici, delle frazioni e/o di altre aree dei comuni indicati nel bando, che abbiano come obiettivo prioritario quello di aumentare l’attrattività dei luoghi e l’aumento dei flussi di persone verso le aree stesse.

Presentazione domanda

La domanda di contributo  dovrà essere compilata ed inviata alla Regione esclusivamente per via telematica, tramite l’applicazione web Sfinge 2020

  • 4° finestra, dalle ore 10 del 4 marzo 2021 alle ore 13 del 6 aprile 2021, prevedendo che, già a partire dalle ore 10 del 3 marzo 2021 sarà resa disponibile la piattaforma Sfinge 2020 per la sola compilazione e validazione delle domande

Obblighi di pubblicazione per i beneficiari di contributi


Informazioni

Sportello imprese
dal lunedì al venerdì, 9.30-13.00
tel. 848.800.258 (chiamata a costo tariffa urbana, secondo il proprio piano tariffario)
imprese@regione.emilia-romagna.it 

Help desk Sfinge2020

  • Aprire una segnalazione tramite la voce Segnalazioni dall'applicativo Sfinge2020
  • Telefonare al numero 051.41.51.866

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina