domenica 22.10.2017
caricamento meteo
Sections

Responsabilità sociale d'impresa

Progetti in Regione

Responsabilità sociale d'impresa in Regione Emilia-Romagna

La Regione Emilia-Romagna ha previsto varie iniziative di supporto alla Rsi negli ultimi anni con vari strumenti normativi, progettuali e promozionali:

  • Legge regionale n. 17/2005 sul Lavoro prevede il Cap. VIII sulla Responsabilità sociale d’impresa con vari interventi dedicati alla promozione presso imprese ed enti pubblici (art. 46).
  • norme per la promozione e lo sviluppo della cooperazione mutualistica in Emilia-Romagna (L.R. 6/2006) . La Regione ha promosso la stipula di appositi accordi sottoscritti con le Associazioni di rappresentanza regionale del mondo cooperativo propedeutici alla presentazione dei cosiddetti “Programmi integrati di sviluppo e promozione cooperativa”. Accordo siglato il 18 ottobre 2007 tra Regione Emilia-Romagna e la Legacoop Emilia Romagna, Confcooperative Emilia Romagna, Agci e Unci Emilia Romagna che ha permesso lo sviluppo di interventi attraverso la realizzazione di progetti presentati annualmente.
    In merito alla promozione dei suddetti accordi, rilevante è lo spazio riservato alla scheda progettuale: “Il Codice etico": l’altra faccia della Responsabilità sociale” quale strumento per la gestione equa ed efficace delle transazioni e delle relazioni umane nonche’ strumento che sostiene la reputazione dell’impresa creando fiducia verso l’esterno.
  • il nuovo Programma per le Attività Produttive 2013-2015 prevede azioni e misure di promozione della RSI in vari assi di intervento di settore.
  • il Programma Triennale per le Attività Produttive precedente ha previsto la Misura 2.1 con interventi a sostegno di progetti di sviluppo di sistemi di gestione globale ed integrata della qualità con un bando dedicato alla Rsi mirato al cofinanziamento di due progetti riguardanti le filiere dell’edilizia e dell’agro-industria ed è stata favorita l’adozione di strumenti gestionali in ottica Rsi come lo Standard SA8000 e il Regolamento Ue Emas come sistema di gestione ambientale.
  • la Risoluzione sulla Rsi dell’Assemblea legislativa, della Regione Emilia-Romagna del 7 luglio 2011, in cui si chiede che la Regione svolga un ruolo di leader a livello nazionale per la promozione di politiche innovative di Rsi e che all’interno del programma triennale vengano individuate azioni e programmi di Rsi.
  • protocollo d’intesa tra Regione Emilia-Romagna e Ministero dello Sviluppo Economico in materia di formazione sulle tematiche delle Linee guida Ocse. (Delibera di Giunta n.979/08): promuovere un progetto formativo destinato agli Sportelli unici per le attività produttive e ai funzionari comunali con i quali si relazionano abitualmente le imprese, al fine di offrire un sostegno competente e professionale alle imprese italiane ed estere che desiderano insediarsi nel nostro Paese, valorizzando le attività legate alla crescita e competitività sostenibili.
    In particolare, si sono realizzati progetti finalizzati a valorizzare la diffusione delle Linee guida Ocse e a promuovere e sensibilizzare le imprese sulle tematiche inerenti la valorizzazione di attività legate alla crescita e competitività sostenibili.
  • protocollo d'intesa tra Regione Emilia-Romagna e Ministero dello sviluppo economico per promuovere la crescita e la competitività sostenibile delle piccole e medie imprese e dei territori emiliano-romagnoli. (Delibere di Giunta n.1487/2011 e n.1848/2011): diffondere e promuovere ulteriormente le tematiche della responsabilità sociale presso le piccole e medie imprese, che costituiscono l’ossatura del tessuto produttivo emiliano romagnolo, al fine di aumentarne la crescita e la competitività sostenibili, coinvolgendo gli Sportelli unici per le attività produttive quali elementi (già attivi su azioni di sostegno alla diffusione della Responsabilità sociale d’impresa) determinanti per la promozione delle opportunità localizzate.
    Il fine è sensibilizzare le imprese sull’applicazione dei principi delle Linee guida Ocse; fornire informazioni sui temi, le opportunità e agevolazioni legate alla responsabilità sociale, informare sulle iniziative, le buone pratiche e i progetti realizzati a livello territoriale.

Le più recenti iniziative in corso e in programmazione della Regione sono:

  • la partecipazione al Progetto Interregionale Transnazionale per la Rsi con altre Regioni. Il progetto prevede varie attività di promozione e un lavoro in corso sulla definizione di indicatori di premialità da utilizzare da parte delle varie Regioni.
  • il Direttore Generale alle Attività Produttive partecipa al PCN OCSE sui temi della Responsabilità Sociale delle Imprese come membro designato dalla Conferenza delle Regioni.
  • la Regione ha realizzato un percorso di coinvolgimento su scala regionale promuovendo la sottoscrizione di un Protocollo di Intesa con le Province e le Camere di Commercio al fine di sviluppare l’attenzione e la sensibilità verso questa tematica sia tra le Istituzioni che tra le imprese.

Con il protocollo, la Regione si è data l’obiettivo di diffondere la responsabilità sociale delle imprese e di introdurre trasversalmente nelle sue azioni di pianificazione e governance delle politiche di settore criteri di RSI: premiare gradualmente il profilo di responsabilità sociale delle imprese nei suoi Bandi di co-finanziamento allo sviluppo economico delle filiere produttive dell’economia regionale e realizzare una rete regionale di laboratori.

Tra gli obiettivi principali del protocollo quello di coordinare le varie esperienze pubbliche e di partnership pubblico-privato e di creare una Rete regionale di laboratori provinciali per la Responsabilità Sociale delle Imprese.

Nel territorio esistevano già esperienze eccellenti alle quali, grazie alle azioni di diffusione e sensibilizzazione della Regione ed ai contributi del Programma Triennale delle Attività Produttive che ha previsto una Manifestazione di interesse rivolta alle Camere di Commercio e alle Province del territorio, se ne sono aggiunte altre.

  • Premialità per le imprese socialmente responsabili

oltre a quello di coordinare le varie esperienze pubbliche e di partnership pubblico-privato e di creare una Rete regionale di laboratori provinciali per la Responsabilità Sociale delle Imprese, la Regione si è data l’obiettivo, anche nel nuovo Por Fesr 2014-2020, di introdurre trasversalmente nelle sue azioni di pianificazione e governance delle politiche di settore criteri di RSI e di premiare gradualmente il profilo di responsabilità sociale delle imprese nei suoi Bandi di co-finanziamento allo sviluppo economico delle filiere produttive dell’economia regionale.

  • L.R. 14/2014 Promozione degli Investimenti in Emilia che prevede un capo dedicato alla Responsabilità sociale delle imprese e all’innovazione sociale
Azioni sul documento
Pubblicato il 05/12/2012 — ultima modifica 08/06/2015
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it