Take It Slow

Turismo intelligente e lento a supporto del patrimonio adriatico di domani - Smart and Slow Tourism Supporting Adriatic Heritage for Tomorrow

interreg-italia-croazia.pngObiettivi e breve descrizione

Obiettivo generale del progetto è l’aumento del potenziale di crescita verde delle destinazioni mediterranee, attraverso lo sviluppo e la specializzazione del partenariato transfrontaliero. Il progetto si concentra sul potenziale del patrimonio naturale e culturale per lo sviluppo del turismo marittimo e costiero al fine di favorire la coesione economica, sociale e territoriale della destinazione comune transfrontaliera, consentendo alle parti interessate di scambiare conoscenze, sviluppare e implementare azioni pilota e testare nuove politiche, prodotti e servizi.

 Obiettivi specifici: sensibilizzare sull'importanza del turismo intelligente e lento come strumento per generare innovazione nel settore, anche a livello di accessibilità delle informazioni e dei servizi, di comportamenti sostenibili (aumentare la consapevolezza sulla certificazione ambientale e comprenderne gli obiettivi, progettazione sociale e networking), di digitalizzazione del patrimonio culturale e creativo (ottimizzazione della visita attraverso guide digitali interattive, centri di interpretazione).

Grazie al coinvolgimento degli stakeholder TAKE IT SLOW si propone di migliorare la qualità di tutta l’area transfrontaliera, nella gestione e nei servizi dedicati al turismo. A tal fine costruisce una piattaforma CB (cross border) per la gestione della qualità delle destinazioni turistiche, crea un sistema di collaborazione tra le aree coinvolte per raccogliere le migliori pratiche e redigere/pianificare metodologie locali e comuni per approcci intelligenti e innovativi.

Programma

Interreg Italy-Croatia Programme 2014/2020

Attività

Creazione di una piattaforma Cross Border per la gestione della qualità delle destinazioni turistiche

  • Una destinazione turistica integrata e sostenibile basata sulla cooperazione CB con un approccio partecipativo delle comunità locali. Il concetto di specializzazione intelligente garantirà la qualità attraverso l'innovazione applicata alle conoscenze con il miglioramento delle risorse umane, lo sviluppo/posizionamento dei servizi, il networking e la certificazione/ecolabeling verde.

Sviluppo di un quadro strategico e di una metodologia con strumenti politici per la diversificazione dell'offerta turistica e di misure per sostenere prodotti e servizi turistici per la gestione sostenibile delle destinazioni turistiche

  • Un lavoro congiunto di tutti i partner del progetto e di esperti esterni. Per fornire soluzioni per mini e micro-destinazioni in isole, rurali e terrestri per conservare, proteggere, promuovere e sviluppare il patrimonio naturale e culturale. Le attività di marketing e le campagne promozionali saranno studiate in relazione ai target di riferimento.

Siti accessibili del patrimonio naturale e culturale

  • Realizzazione di almeno 7 destinazioni con la migliore accessibilità ai siti del patrimonio naturale con l’implementazione di 5 misure di test sulle aree pilota con un approccio partecipativo.

Risultati attesi

  • Miglioramento della qualità dell'offerta turistica con un servizio turistico sostenibile e prodotti a sostegno delle professioni e delle produzioni tradizionali verdi, della gastronomia, dello stile di vita, del patrimonio culturale e naturale;
  • Potenziamento del capitale umano con acquisizione di conoscenze innovative, digitali e sostenibili;
  • Aumento dell’innovazione e della creatività nei prodotti e nei servizi delle destinazioni individuate dal progetto;
  • Estensione della stagione turistica, reindirizzamento dei turisti nelle aree interne meno sviluppate, con accesso virtuale alle informazioni di ogni località;
  • Un esempio replicabile di approccio qualitativo nella gestione del turismo e delle destinazioni, basato sulla specializzazione intelligente. Gli strumenti utilizzati saranno disponibili online, attraverso una piattaforma transfrontaliera per la gestione della qualità della regione adriatica come destinazione turistica integrata e sostenibile (Quadro strategico, metodologia, strumenti politici e sistema di monitoraggio).

Durata

31 mesi: da 1° giugno 2020 al 31 dicembre 2022

Partner

LP - Dubrovnik Neretva County

PP1 - Public institution Split Dalmatia Development Agency RERA

PP2 - Public Institution Development Agency of Šibenik-Knin County

PP3 - University of Zadar

PP4 - Istria County

PP5 - PROMOTURISMOFVG

PP6 - Regione Veneto – Dipartimento del Turismo

PP7 - Regione Emilia-Romagna– D. G. Economia della Conoscenza, del Lavoro e dell’Impresa - Servizio Turismo, Commercio e Sport

PP8 –  SVIM Marche

PP9 -  Regione Abruzzo – Servizio Cooperazione

PP10 - Regione Molise Region

PP11 – Teatro Pubblico Pugliese

PP12 - Regione Puglia - Dipartimento del Turismo, Cultura e Valorizzazione del Territorio.

A chi rivolgersi

Direzione generale Economia della conoscenza, del lavoro e dell’impresa
Servizio Attrattività e internazionalizzazione

Coordinatore del progetto: Maura Mingozzi 
Tel. 0039 051 5273989
maura.mingozzi@regione.emilia-romagna.it

Francesca Buroni
Tel. 0039 0515273579
mariafrancesca.buroni@regione.emilia-romagna.it

Cinzia Bortolotti
Tel. 0039 051 5278115
cinzia.bortolotti@regione.emilia-romagna.it

Per approfondimenti

Azioni sul documento

pubblicato il 2020/08/14 19:27:00 GMT+2 ultima modifica 2021-02-24T11:00:36+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina