Progetti di ricerca e sviluppo delle pmi nei comuni dell'Emilia-Romagna più colpiti dal sisma 2012

Decreto legge 74/2012 e Ordinanza commissariale n. 5/2019 modificata con Ordinanza n. 13/2019 - Contributi per piccole e medie imprese
Stato
In corso
Tipologia di bando Agevolazioni, finanziamenti, contributi
Chi può fare domanda
  • Grandi imprese
  • Micro imprese
  • PMI
Data di pubblicazione 02/04/2019
Scadenza termini partecipazione 31/07/2019 17:00

Rendicontazione

Graduatorie

Bando e modulistica

Avviso
Il bando stabilisce in caso di nuove assunzioni che il contratto di assunzione deve essere formalizzato entro 3 mesi dall’avvio del progetto, ovvero entro il 31/05/2020, se trattasi invece di stabilizzazione il contratto dovrà essere formalizzato entro un mese dall’avvio del progetto, ovvero entro il 31/03/2020​.
Considerato  che, in seguito al Decreto-legge del Governo 08 aprile 2020, n. 23, art. 37 e s.m., sono sospesi i termini  fino al 15 maggio 2020 , di conseguenza i termini indicati nel bando verranno posticipati nel seguente modo:

  • in caso di neoassunti, termini sono posticipati fino al 31 luglio 2020
  • in caso di stabilizzazioni, termini sono posticipati al 15 giugno 2020
Per quanto riguarda invece i termini per la rendicontazione del sal e della conclusione del progetto la Regione  con Ordinanza 20/2020 ha dato tempo fino al 31 dicembre 2021 per la conclusione dei progetti e la presentazione della rendicontazione

Obiettivi

Con l'ordinanza n. 5 del primo aprile 2019, modificata con ordinanza n. 13 del 12 giugno (pdf, 530.95 KB), la Regione intende sostenere l’attività di ricerca industriale delle imprese delle principali filiere produttive dei territori colpiti dal sisma, al fine di favorirne il rilancio competitivo attraverso:

  • l’avanzamento tecnologico dei prodotti, dei sistemi di produzione, dei sistemi organizzativi delle imprese; 
  • la diversificazione produttiva, anche verso l’ampliamento dei confini delle filiere stesse e la contaminazione delle tecnologie e delle loro applicazioni;
  • la riqualificazione sostenibile delle imprese in termini di sfruttamento efficiente, razionale e pulito delle risorse energetiche e dei materiali, di sicurezza degli ambienti di lavoro, rispetto del territorio e salute dei consumatori.

Spese ammissibili

Sono ammissibili le spese per personale interno, consulenze scientifiche, impianti, prototipo e spese generali
I costi devono essere strettamente legati alle attività di ricerca industriale e sviluppo sperimentale.

Contributo regionale

Le agevolazioni sono concesse nella forma del contributo in conto capitale alla spesa, secondo le seguenti intensità massime:
50% delle spese ammissibili relative ad attività di ricerca industriale
25% delle spese ammissibili relative ad attività di sviluppo sperimentale.
Tali intensità massime potranno essere elevate al 60% per le attività di ricerca industriale e al 35% per le attività di sviluppo sperimentale nel caso in cui il beneficiario assuma a tempo indeterminato, nell’unità locale dove si svolge il progetto, almeno:
1 ricercatore nel caso di micro o piccola impresa
2 ricercatori nel caso di media impresa

Scadenza

La presentazione della domanda di contributo avverrà tramite la compilazione e validazione della stessa sull’applicativo Sfinge 2020 dalle ore 10.00 del 13 maggio 2019 alle ore 17.00 del 31 luglio 2019

Multimedia

Infografica sul bando


Sportello imprese
dal lunedì al venerdì, 9.30-13.00
tel. 848.800.258 (chiamata a costo tariffa urbana, secondo il proprio piano tariffario)
imprese@regione.emilia-romagna.it

Help desk Sfinge2020
Aprire una segnalazione tramite la voce Segnalazioni dall'applicativo Sfinge 2020
Telefonare al numero 051.41.51.866

Azioni sul documento

pubblicato il 2019/04/02 16:53:00 GMT+2 ultima modifica 2020-07-07T09:19:01+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina