Attività di promozione ed animazione dei centri storici, nei comuni colpiti dal sisma del 2012

Legge regionale n. 25 del 27/12/2018 - Contributi a fondo perduto per i Comuni colpiti dal sisma del 2012
Stato
In corso
Tipologia di bando Agevolazioni, finanziamenti, contributi
Chi può fare domanda
  • Enti pubblici
Data di pubblicazione 04/03/2019
Scadenza termini partecipazione 15/01/2020 17:00

Rendicontazione

Presentazione domanda

Avvisi

con  la Deliberazione n. 1092  del 7 settembre 2020,  la Giunta regionale ha prorogato i termini stabiliti dal Bando riferibili all’annualità 2020:

  • il termine del 15 novembre 2020 previsto all’art. 13 per la presentazione delle richieste di variazione dei programmi ammessi a contributo, viene posticipato al 31 dicembre 2020;
  • il termine del 31 dicembre 2020 previsto all’art. 14, entro il quale, tutte le attività programmate avrebbero dovuto essere realizzate, viene posticipato al 30 aprile 2021;
  • il termine del 28 febbraio 2021 di presentazione della rendicontazione delle spese previsto all’art. 14, viene posticipato al 30 giugno 2021

con determinazione n. 5225 del 27 marzo 2020 e per effetto del Decreto legge n. 23 dell'8 aprile 2020 il termine per la presentazione della rendicontazione è stato differito al 22 giugno 2020

Con delibera di Giunta regionale 920/2019 (pdf330.3 KB) riapre il termine per l’inoltro delle domande a partire dalle ore 10 del 14 giugno 2019 alle ore 17.00 del 15 luglio 2019, esclusivamente per i Comuni che non hanno presentato domanda entro la finestra scaduta in data 30/04/2019.

Obiettivi

La regione con delibera di giunta regionale n. 295 del 25 febbraio 2019 (pdf689.47 KB) intende sostenete i Comuni più colpiti dal sisma del 2012 affinché questi possano favorire la rivitalizzazione e il ripopolamento dei centri storici preservando il senso di comunità e agevolare il ritorno a normali condizioni di vita sociale ed economica, valorizzando le eccellenze locali, migliorando il decoro urbano e animando vie e piazze cittadine.

Destinatari

Possono presentare domanda di contributo i Comuni più colpiti dal sisma del 2012, individuati nell'ordinanza n. 34 del 28 dicembre 2017 del Commissario delegato. Nell’art. 2 del bando è riportato l’elenco dei trenta comuni coinvolti

Interventi ammissibili

I programmi annuali dei Comuni dovranno riferirsi alle seguenti attività:

  • l’organizzazione di eventi e di manifestazioni che attengano alla promozione e alla valorizzazione del patrimonio storico, artistico e culturale locale, enogastronomico in grado di esercitare un richiamo all’esterno della località considerata
  • l’organizzazione di iniziative ricreative, culturali e didattiche, educative e work shop sul territorio
  • la progettazione, pianificazione e realizzazione di campagne di informazione e comunicazione mirate e finalizzate a promuovere le nuove iniziative anche attraverso campagne sui media e social
  • la realizzazione di materiale informativo, finalizzato alla promozione integrata dei beni/contenitori culturali e loro censimento, catalogazione e redazione di pubblicazioni
  • la creazione di nuove offerte turistiche, servizi culturali e artistici in genere; servizi per l’accoglienza dei visitatori (ad es. organizzazione di info-point, cartellonistica e segnaletica, visite turistiche guidate, altro)
  • miglioramento della fruizione del patrimonio locale attraverso l’utilizzo di tecnologie innovative; creazione e implementazione di siti internet;

Dotazione finanziaria e misura del contributo

Le risorse stanziate sul bando è pari ad 1.000.000 di euro suddivisi in euro 500.000 nel  2019 e  euro 500.000 nel 2020 L’agevolazione prevista nel presente bando è concessa a fondo perduto fino ad una misura massima dell’80%.

Presentazione domanda

Le domande di contributo dovranno essere presentate, pena la non ammissibilità delle stesse, all’interno delle finestre e delle scadenze di seguito indicata:

dalle ore 10,00 del 25 marzo 2019 alle ore 17,00 del 30 aprile 2019, per gli interventi che si intendono realizzare entro il 31/12/2019 e relativi alle spese fatturate nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2019 e il 31 dicembre 2019

dalle ore 10,00 del 30 ottobre 2019 alle ore 17,00 del 15 gennaio 2020, per gli interventi che si intendono realizzare entro il 31/12/2020 e relativi alle spese fatturate nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2020 e il 31 dicembre 2020

La domanda di contributo dovrà essere compilata ed inviata esclusivamente per via telematica, tramite l’applicazione web Sfinge 2020

 


Sportello imprese
dal lunedì al venerdì, 9.30-13.00
tel. 848.800.258 (chiamata a costo tariffa urbana, secondo il proprio piano tariffario)
imprese@regione.emilia-romagna.it

Azioni sul documento

pubblicato il 2019/03/04 12:55:00 GMT+1 ultima modifica 2020-09-08T11:10:10+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina