Commercio veicoli, termine per gli adempimenti prorogato al 31 luglio

Rinviate anche le scadenze di bollo auto, in particolare per gli autocarri, e imposta IRESA

La Regione ha fissato al 31 luglio 2020 il termine entro cui i soggetti autorizzati al commercio di veicoli devono trasmettere gli elenchi esenzione dei veicoli, consegnati per la rivendita, relativi al primo quadrimestre 2020, che dovevano essere trasmessi entro il 31 maggio. C’è tempo fino al 31 luglio anche per il versamento del diritto fisso. Lo ha stabilito la delibera di Giunta regionale n. 402 del 27 aprile 2020.

I veicoli consegnati per la rivendita, per i quali la cessione si è perfezionata entro il 31 maggio, possono essere inseriti negli elenchi esenzione del primo quadrimestre, da trasmettere entro il 31 luglio e l’interruzione dell’obbligo di pagamento ha effetto dalla data di consegna o dalla data di sottoscrizione del contratto preliminare di vendita con il soggetto autorizzato al commercio, che deve essere indicata sull’elenco esenzione stesso.
La stessa delibera ha stabilito anche che entro il 31 luglio 2020 il contribuente deve annotare al PRA le formalità di atti in data certa con data compresa tra il 1° marzo e il 30 giugno. 

Prorogati al 31 luglio anche il termine per il versamento della tassa automobilistica in scadenza il 31 maggio 2020, senza sanzione né interessi, in particolare per gli autocarri, e il termine per la trasmissione dei flussi nonché per il riversamento delle somme incassate a titolo di IRESA.

Le dilazioni di pagamento eventualmente richieste dai soggetti passivi a titolo di Iresa alla Società Aeroportuale sono riconosciute fino al termine dell’emergenza sanitaria Covid-19 e comunque non oltre il 31 dicembre 2020. 

La sospensione dei termini non impedisce il versamento ordinario volontario alla scadenza dovuta, ma non è previsto il rimborso di quanto eventualmente già versato.

In sintesi, entro il 31 luglio bisogna effettuare i seguenti adempimenti:

  • pagamento del bollo auto in scadenza al 31 maggio;
  • annotazione al PRA delle formalità di atti in data certa con data compresa tra il 1° marzo – 30 giugno;
  • trasmissione degli elenchi esenzione del 1° quadrimestre 2020 dei veicoli in rivendita e il pagamento del relativo diritto fisso;
  • adempimenti tributari relativi all’invio dei flussi informatici e ai riversamenti dell’IRESA.

Notizia sul portale E-R Finanze

Azioni sul documento

pubblicato il 2020/04/30 18:21:04 GMT+2 ultima modifica 2020-04-30T18:21:04+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina