Gruppo Ferioli e Cnh, l'impegno della Regione per rilancio e tutela dei lavoratori

Tavolo di Monitoraggio al Ministero dello sviluppo economico a Roma

Continua l’impegno della Regione Emilia-Romagna e dell’assessore alle attività produttive Palma Costi per salvaguardare le realtà produttive del territorio. Il 28 ottobre 2019, al Ministero dello sviluppo economico a Roma, si è tenuto il tavolo di monitoraggio sul piano di rilancio del gruppo Ferioli, in particolare per quanto riguarda lo stabilimento Lamborghini Calor a Dosso di Sant’Agostino, nel ferrarese.

“Stiamo dando la massima attenzione alla delicata fase di rilancio del gruppo Ferioli - ha commentato l'assessore Costi -, un Gruppo impegnato in un corposo piano di ristrutturazione del debito. Un debito che deve essere ricontrattato, per poter portarlo a termine entro il 2021, come previsto. Il piano si basa su una nuova offerta commerciale in grado di recuperare mercato e fatturato. Una offerta della quale la Regione ha chiesto che ne faccia parte anche la produzione di bruciatori prevista a Dosso".
Nel corso dell’incontro l’assessore Costi ha chiesto che siano intensificati i momenti di confronto istituzionale presso il Ministero, per seguire passo dopo passo il piano di rilancio del Gruppo e la sua efficacia, “anche per non tradire i sacrifici fatti fino ad ora dai lavoratori coinvolti”.

L’impegno dell’assessore Costi presso il Ministero dello sviluppo economico è proseguito con il tavolo relativo al piano di ristrutturazione aziendale del gruppo Cnh, con il sito produttivo di macchine agricole di Modena. I manager di Cnh hanno presentato il piano di riorganizzazione del Gruppo che vede principalmente coinvolti gli stabilimenti di Foggia, Prignana milanese e San Mauro Torinese, con la previsione di esuberi per quanto riguarda questi ultimi due.

Pur apprezzando la conferma di importanti investimenti nel settore macchine agricole e in particolare nello stabilimento di Modena, l'assessore Costi ha chiesto che “rimanga attivo un tavolo ministeriale con la presenza di tutte le Regioni coinvolte, per poter coordinare e sostenere il piano di riorganizzazione complessivo, con l’ obiettivo di non ridimensionare la capacità produttiva dei singoli stabilimenti e la relativa occupazione”.

Azioni sul documento

pubblicato il 2019/10/30 14:02:17 GMT+1 ultima modifica 2019-10-30T14:02:17+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina