E-commerce e temporary export manager: finanziamenti a tasso agevolato per le pmi

Nuovi strumenti per l’internazionalizzazione grazie alla collaborazione tra la Regione e Cdp – Sace Simest

Per dare la possibilità alle piccole e medie imprese dell’Emilia-Romagna di sfruttare le potenzialità del commercio elettronico o di usufruire delle conoscenze di un esperto di export e internazionalizzazione temporaneo che metta a punto un progetto di crescita internazionale, sono stati messi a punto nuovi finanziamenti a tassi agevolato, frutto della decennale collaborazione tra la Regione Emilia-Romagna e Sace Simest, oggi riuniti nel Gruppo Cdp. Si tratta di nuovi strumenti e nuove modalità operative a favore dei processi di internazionalizzazione delle pmi regionali. La Regione Emilia-Romagna, attraverso il Servizio Attrattività e internazionalizzazione, oltre alla fase di diffusione della conoscenza degli strumenti, si impegna dal 2020 a integrare tali strumenti nei bandi regionali. 

I nuovi finanziamenti a tasso agevolato (a settembre 2019 il tasso di interesse era pari allo 0,080% annuo) per le pmi riguardano e-commerce e temporary export manager e completano il quadro dei finanziamenti a tasso agevolato per i Paesi dell’Unione Europea ed extra-UE offerti da Cdp già operativi, che hanno il compito di aiutare le pmi a coprire le spese per studi di fattibilità per partecipare a fiere e missioni internazionali, per aprire strutture commerciali all’estero e per finanziarsi a medio-lungo termine.

Il finanziamento E-commerce

Il Finanziamento e-commerce è pensato per quelle aziende che vogliono aumentare le vendite all’estero sfruttando le potenzialità del commercio elettronico. L’impresa può finanziarsi sia per realizzare direttamente la propria piattaforma informatica (importo massimo del prestito pari a 300mila euro), sia per aderire a un market placefornito da soggetti terzi (importo massimo del prestito pari a 200mila euro). La durata del finanziamento è di 4 anni, di cui uno di pre-ammortamento, ovvero pagamento dei soli interessi. 

Il finanziamento Temporary export manager

Il finanziamento Tem è adatto invece a quelle piccole e medie imprese che hanno necessità di avvalersi di un esperto di export e internazionalizzazione, ma non possono permettersi di assumere una figura ad hoc: prevede infatti l’inserimento temporaneo in azienda di una figura professionale specializzata, il cosiddetto Temporary export manager, che - per il periodo di tempo necessario - svilupperà il progetto di crescita internazionale. L’importo massimo finanziabile è pari a 150mila euro, la durata del finanziamento è di 4 anni, di cui 2 di pre-ammortamento.

Gli strumenti per le pmi offerti dal Gruppo Cdp

Oltre ai finanziamenti agevolati il Gruppo Cdp offre alle piccole e medie imprese anche altri strumenti:

  • Garanzie finanziarie, in sinergia con le banche, per facilitare le imprese nell’accesso al credito per sostenere le proprie attività sui mercati esteri;
  • il servizio Valutazione Azienda, che consente alle imprese di conoscere l’affidabilità dei partner commerciali;
  • Export Up per le aziende esportatrici, che offre un’assicurazione del credito interamente digitale;
  • Recupero crediti insoluti Sace Simest, che gestisce per conto dei clienti tutte le attività stragiudiziali, giudiziali e procedure concorsuali;
  • Factoring, per trasformare i crediti in liquidità;
  • il programma Education to Export, che offre percorsi digitali personalizzati in base al grado di preparazione all’export. 

Per supportare le imprese nella scelta dello strumento digitale più adatto, il Polo Sace Simest ha di recente messo a disposizione un team di 12 export coach, professionisti con competenze digitali e commerciali, con il mandato specifico di orientare e accompagnare le pmi nell'accesso alle soluzioni del Gruppo, online e offline, in affiancamento alla rete domestica. 

Maggiori informazioni sul portale www.sacesimest.it

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina