Attrattività investimenti esteri: accordo tra Regione e Confindustria

Siglato a Bologna un protocollo finalizzato a rafforzare il sistema regionale

Oltre mille imprese, quasi 100mila addetti, un fatturato di 36 miliardi: sono i numeri relativi agli investimenti in Emilia-Romagna da parte delle aziende estere. Cifre destinate ad aumentare con il protocollo d’intesa tra Regione, Confindustria e Confindustria Emilia-Romagna siglato a Bologna con lo scopo di consolidare un sistema regionale basato su una rete di servizi capaci di attirare e trattenere le imprese, offrendo loro tutte le condizioni per crescere, creare buona occupazione, innovare.

La Regione si è già dotata con la legge 14 dello strumento per attirare e trattenere le imprese che scelgono di scommettere sull’Emilia-Romagna. Con tre bandi, da quando tale legge è stata approvata, ha permesso di finanziare 32 programmi di impresa, dei quali undici di aziende a controllo estero, per un totale di 72 milioni di euro che hanno consentito investimenti per 210 milioni, la creazione di 13 infrastrutture di ricerca e sviluppo e di circa mille nuovi posti di lavoro, con contratti a tempo indeterminato. Con gli accordi di sviluppo e per l’innovazione gestiti dal Mise nei prossimi trecinque anni sono inoltre previsti in regione oltre un miliardo di investimenti che porteranno alla creazione di altri duemila posti di lavoro.

Azioni sul documento

pubblicato il 2019/12/12 11:16:06 GMT+1 ultima modifica 2019-12-12T11:16:06+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina