martedì 19.02.2019
caricamento meteo
Sections

Petrolchimica, vertice in Regione

Il presidente Bonaccini: "Offshore di Ravenna sia fuori dalla sospensiva"

Il territorio di Ravenna dovrà essere escluso dalla sospensiva alle trivellazioni decisa dal Governo. È questo, in sintesi, quanto chiesto dal Tavolo petrolchimico regionale dell’Emilia-Romagna affinché venga rispetta l’attività produttiva del distretto ravennate dell’offshore. Il giorno 1 febbraio 2019 si è riunito nella sede della Regione Emilia-Romagna a Bologna il tavolo tra le forze socio-economiche e istituzionali regionali a cui si aggiungono le realtà territoriali di Ravenna e Ferrara. Hanno partecipato il presidente della Regione, Stefano Bonaccini, l’assessore regionale alle Attività produttive, Palma Costi e il sindaco di Ravenna, Michele De Pascale.

Dall’incontro è emersa la richiesta al Governo che il Piano per la transizione energetica sostenibile delle aree idonee tenga conto degli accordi territoriali già realizzati, come nel distretto dell’offshore ravennate. La Regione, dunque, punta ad un accordo col Governo per ottenere una “moratoria” alla sospensiva per Ravenna.

“Non possiamo aspettare nemmeno un minuto – ha dichiarato l’assessore Palma Costi - poiché 18 mesi di sospensiva sono inaccettabili, un tempo che rischia di mettere in ginocchio il settore e di provocare il disimpegno di aziende come Eni. Per questo chiediamo anche un incontro con l’Ad di Eni, Claudio Descalzi, per avere la conferma degli investimenti a Ravenna sulle energie rinnovabili".

Sull’utilizzo delle migliori tecnologie disponibili e le scelte gestionali ispirate a modelli di sviluppo sostenibile, il distretto di Ravenna ha sempre fatto scuola. Dal 1993 sono stati realizzati oltre dieci patti ed accordi territoriali, frutto del confronto tra interessi di cittadini, lavoratori, aziende leader, subfornitura; a volte anche contrapposti ma che nel dialogo hanno fatto nascere obiettivi comuni e percorsi di azioni condivise. Gli accordi sono infatti finalizzati all’attuazione di progetti di sostenibilità ambientale e monitoraggi del fenomeno della subsidenza costiera, promuovendo attività di studio per la sostenibilità ambientale e interventi di difesa della costa.

Azioni sul documento
Pubblicato il 08/02/2019 — ultima modifica 08/02/2019
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it