mercoledì 24.01.2018
caricamento meteo
Sections

Sostegno alle attività commerciali colpite dalla piena del 12 dicembre 2017

Stanziati dalla Regione Emilia-Romagna 350mila euro per rimborsare i danni

Un sostegno dalla Regione per far ripartire subito le attività commerciali colpite dalla eccezionale piena del 12 dicembre 2017 nei comuni di Campogalliano nel modenese, Brescello e Lentigione nel reggiano e Colorno nel parmense. L’Emilia-Romagna destina risorse straordinarie (per un importo complessivo di 350mila euro) a negozianti e ristoratori danneggiati, risorse che serviranno per la ripresa delle attività interrotte dall'emergenza, anticipando così i fondi nazionali per i risarcimenti. La somma sarà indirizzata principalmente a indennizzi per la ristrutturazione e la riparazione di immobili sede delle attività compresa la sanificazione dei locali, la sostituzione o il ripristino di macchinari e attrezzature, compresi automezzi e arredi (anche usati); il rifacimento e la messa a norma degli impianti; l'acquisto di scorte di materie prime andate perdute, semilavorati e prodotti finiti danneggiati. Al via anche la ricognizione complessiva dei danni a privati e imprese, per il risarcimento che sarà finanziato con fondi nazionali. Lo ha annunciato il presidente Stefano Bonaccini che, insieme all’assessore regionale alla Protezione civile, Paola Gazzolo, ha incontrato le realtà interessate dal provvedimento in una serie di incontri nei tre territori interessati.
La seduta di Giunta dell’8 gennaio 2018 ha approvato la delibera che stanzia 350mila euro per rimborsare i danni alle attività commerciali, ricettive e di ristorazione danneggiati. L’atto ricomprende anche il piccolo artigianato locale, con la Giunta che ha così accolto la richiesta arrivata dalle comunità locali. Si tratta della prima volta che succede: la Regione, infatti, anticiperà così i risarcimenti nazionali, estesi a tutti i cittadini e le imprese. “Abbiamo mantenuto la promessa fatta alle persone che abbiamo incontrato il 31 dicembre intanto per rispettare l’impegno preso con loro, negozianti, ristoratori, piccoli esercenti e artigiani, e perché vogliamo far ripartire subito le loro attività, così importanti per il tessuto economico e sociale di quelle comunità, interrotte dopo quanto successo - ha sottolineato il presidente Bonaccini -. Per questo abbiamo anticipato con nostre risorse i rimborsi nazionali che riguarderanno poi, invece, anche tutti i privati e le attività produttive danneggiate, dopo la dichiarazione dello stato di emergenza nazionale dello scorso 29 dicembre”. “In attesa che il Governo approvi le procedure e i moduli da utilizzare per la ricognizione dei danni sull’intero territorio da Piacenza a Forlì-Cesena - ha aggiunto Gazzolo - già da ora assicuro che la Regione e l’Agenzia regionale per la Protezione civile daranno supporto ai Comuni, ai cittadini e alle imprese di Campogalliano, Brescello, Lentigione e Colorno per completare le domande di rimborso in tempi brevi”.

Il bando

Le risorse straordinarie, 350 mila euro complessivi, serviranno per indennizzi fino al 100% per il ripristino dei danni a immobili sedi delle attività (compresa la sanificazione dei locali, la sostituzione o il ripristino di macchinari e attrezzature, come automezzi e arredi anche usati); il rifacimento e la messa a norma degli impianti; l'acquisto di scorte di materie prime andate perdute, semilavorati e prodotti finiti danneggiati; le spese per la perizia asseverata da presentare insieme alla domanda di rimborso. Il bando sarà pubblicato la prossima settimana e darà agli interessati 20 giorni di tempo per presentare domanda di rimborso. I Comuni avranno poi al massimo 30 giorni per completare le istruttorie. Quindi la Regione provvederà ad affidare le somme ai Comuni che le liquideranno ai cittadini. I lavori e le spese dovranno in ogni caso essere effettuati entro il 31 dicembre 2018.

Azioni sul documento
Pubblicato il 10/01/2018 — ultima modifica 15/01/2018
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it