martedì 12.12.2017
caricamento meteo
Sections

Le Fiere emiliano-romagnole fanno sistema in Cina

Presentata a Canton l’alleanza Cibus Parma e Macfrut, due tra i principali saloni dell’agroalimentare non solo italiano

Il sistema fieristico emiliano-romagnolo fa sistema per aumentare competitività e capacità attrattiva verso il gigante asiatico. In particolare l’alleanza tra Cibus Parma e Macfrut, due tra i principali saloni dell’agroalimentare non solo italiano, è stata presentata a Canton. Le due fiere, che si svolgeranno rispettivamente tra il 7 e il 10 maggio e il 9 e l’11 maggio del 2018, hanno infatti firmato un accordo per favorire visite congiunte degli operatori e l’arrivo di compratori esteri.
“Abbiamo invitato 50 buyer cinesi a visitare la prossima edizione di Macfrut - ha spiegato Renzo Piraccini, presidente di Cesena Fiere-Macfrut - e abbiamo offerto loro la possibilità di visitare negli stessi giorni anche Cibus. La Cina, l’anno scorso Paese ospite a Macfrut, rappresenta infatti un mercato fondamentale per l’ortofrutta emiliano-romagnola”. Per Marcella Pedroni, responsabile internazionalizzazione di Cibus Parma, “l’incontro odierno è stata un’occasione importante per presentare il sistema fieristico emiliano-romagnolo. Cibus è da sempre una fiera che guarda all’estero proponendosi di rappresentare l’Italia più autentica e le sue eccellenze. In questo quadro la Cina rappresenta uno sbocco di crescente importanza”. L’incontro, cui ha partecipato per Bologna Fiere anche Marco Tchen, è stato anche l’occasione per illustrare altri importanti protagonisti del sistema fieristico regionale, a partire da Sana Bologna, il Salone internazionale del biologico e del naturale.

La Regione Emilia-Romagna rappresenta una eccellenza mondiale nella filiera agroalimentare dal campo alla tavola, dalla produzione agricola di precisione ai prodotti di altissima qualità certificata, non a caso con 44 Dop e Igp detiene il record europeo di prodotti di alta qualità. Fino ai macchinari per il food processing, la meccanica agricola, le attrezzature post raccolta, la catena del freddo, la logistica integrata, i servizi fieristici. Registra infine il primato in Italia per numero e portata dei progetti di ricerca e di innovazione e nell’alta formazione in agraria con le Università di Bologna e Parma. La regione guida anche la classifica dei territori per valore dell’export di prodotti quali pasta, lattiero-caseario, pomodoro, salumi, formaggi, ortofrutta.

Azioni sul documento
Pubblicato il 20/11/2017 — ultima modifica 28/11/2017
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it