mercoledì 17.10.2018
caricamento meteo
Sections

Il Tecnopolo di Mirandola (Mo) intitolato a Mario Veronesi

Il presidente della Regione Stefano Bonaccini all’evento dedicato al padre del distretto del biomedicale

È stato intitolato a Mario Veronesi, fondatore del distretto biomedicale di Mirandola scomparso lo scorso 12 giugno all’età di 85 anni, il Tecnopolo di Mirandola (Modena). “Un omaggio doveroso, certo, ma credo sia bello e suggestivo associare il nome di Mario Veronesi a un luogo di ricerca, studio e sperimentazione – ha dichiarato il presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini alla cerimonia avvenuta il 16 dicembre 2017 -, per un grande uomo e un grande imprenditore, scienziato capace di farsi da solo, arrivando a creare il distretto biomedicale mirandolese, centrale nel sistema economico regionale e nazionale, fra i più importanti al mondo. Con intuito, talento e tenacia, col saper fare e intraprendere di questa nostra terra, che proprio attraverso geni come lui dimostra la sua straordinarietà”.
“Siamo in un territorio che grazie soprattutto alla forza di volontà della sua gente ha saputo risollevarsi dopo il sisma del 2012, uscendone ancora più forte di prima, e il biomedicale è il comparto che più di ogni altro rappresenta l’Emilia che non si è fermata un solo istante dopo quelle terribili scosse, ripartendo subito e facendo registrare oggi dati di crescita superiori a quelli di cinque anni fa - ha aggiunto Bonaccini -. Un distretto che ha visto affermarsi aziende e nascere migliaia di posti di lavoro, e il tecnopolo, realizzato anche con risorse regionali, è l’emblema di quel connubio fra ricerca e innovazione che sono da sempre i propulsori del nostro tessuto produttivo. Qui ci sono professionalità, conoscenze e idee che creano le giuste occasioni di sviluppo e attrattività. Il biomedicale e Veronesi - ha concluso il presidente della Regione - sono la storia di questi luoghi e raccontano di una scommessa vincente che continua a premiare questo territorio e le sue imprese nella competizione globale”.
I tecnopoli dell'Emilia-Romagna, finanziati dai fondi europei del Por Fesr (Programma operativo regionale del Fondo europeo di sviluppo regionale 2007-2013) e da contributi regionali, sono una rete di 10 infrastrutture dislocate in 20 sedi nel territorio dell'Emilia-Romagna che ospitano e organizzano attività e servizi per la ricerca industriale, lo sviluppo sperimentale e il trasferimento tecnologico.

Azioni sul documento
Pubblicato il 21/12/2017 — ultima modifica 25/12/2017
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it