lunedì 24.04.2017
caricamento meteo
Sections

Crisi Artoni, la Regione: subito ammortizzatori sociali

L'assessore Costi: "Preoccupante impatto sul sistema produttivo e occupazionale”

Dall’ultimo incontro tenutosi a Bologna tra Regione, associazioni di impresa dell’Emilia-Romagna, Cna, Legacoop, sindacati regionali di Cgil, Cisl e Uil e della categoria di trasporti per fare il punto sulla crisi dell'azienda di logistica del Gruppo Artoni, è emersa la necessità di mettere in campo rapidamente ammortizzatori sociali straordinari per i dipendenti del gruppo e delle mono-committenti collegate, ma anche ammortizzatori in deroga per i lavoratori dell'indotto.

Al termine dell’incontro è stato sottoscritto un verbale che sintetizza la posizione del territorio emiliano-romagnolo, da portare al tavolo nazionale a Roma che si riunirà al Ministero dello Sviluppo economico martedì 14 marzo. “Il confronto fra le parti – ha detto l’assessore regionale alle Attività produttive, Palma Costi - ha consentito di analizzare il preoccupante e complesso impatto che questa vertenza comporta sul sistema produttivo e occupazionale in Emilia-Romagna, in cui sono coinvolti lavoratori appartenenti a categorie e settori diversi e che debbono poter fruire di ammortizzatori sociali in modo differenziato”.

Notizia dell’Agenzia d’informazione e comunicazione della Regione Emilia-Romagna

Azioni sul documento
Pubblicato il 13/03/2017 — ultima modifica 16/03/2017
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it