giovedì 23.03.2017
caricamento meteo
Sections

ER.Rsi Innovatori responsabili, premiate 19 aziende dell'Emilia-Romagna

Nella sede della Regione la consegna dei riconoscimenti per i migliori progetti dedicati alla responsabilità sociale d'impresa

Promuovere e premiare la cultura della Responsabilità sociale d'impresa e condividere le esperienze delle aziende virtuose: sono gli obiettivi del Premio ER.Rsi Innovatori responsabili, giunto alla seconda edizione, finalizzato alla valorizzazione delle migliori esperienze realizzate dalle imprese emiliano-romagnole sui temi dello sviluppo sostenibile. Quest’anno le candidature sono state 53 (39 nel 2015), tra le quali si sono distinti 19 progetti legati alla responsabilità sociale di impresa. I vincitori sono stati premiati il 12 dicembre nel corso di una cerimonia che si è svolta nella Sala polivalente dell'Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna, a Bologna. Hanno partecipato all'evento anche Enrico Giovannini, Professore dell'Università di Roma Tor Vergata e portavoce ASviS - Alleanza Nazionale per lo Sviluppo Sostenibile, Benedetta Francesconi, dirigente al Ministero dello Sviluppo economico, Elisabetta Gualmini, vice presidente della Regione Emilia-Romagna, Alberto Zambianchi, presidente di Unioncamere Emilia-Romagna.

La premiazione è stata anche l'occasione per sottolineare l'importanza del contributo delle aziende al raggiungimento dei 17 obiettivi di sviluppo sostenibile individuati dall'Onu con l’Agenda 2030, sottoscritta da 193 Paesi nel settembre 2015.

Le categorie tematiche del Premio Innovatori responsabili sono state: impresa per la scuola, per l’occupazione, per l’ambiente, per la qualità della vita, oltre a una sezione speciale per le start up innovative. Le candidature, provenienti da tutte la regione, con in testa le province di Bologna e Modena (11 progetti a testa), hanno coinvolto ogni tipologia d’impresa sia per dimensioni che per settori di attività.

Nella categoria "L'impresa per la scuola" il primo premio è stato assegnato a Coop Alleanza 3.0 di Bologna con il progetto “Tipici di Gusto - scuola, cultura, territorio”, che ha messo in rete 22 istituti superiori in cinque regioni, creando percorsi di analisi e valorizzazione delle produzioni locali in sinergia con i principali attori delle filiere ed esperti, realizzando il sito www.tipicidigusto.it, alimentato da centinaia di studenti.

Nella categoria L’impresa per la crescita e l’occupazione la cooperativa sociale “Il Germoglio”, onlus di Ferrara, si è classificata prima con il progetto “Ricicletta”, un nuovo servizio che ha portato alla rigenerazione di circa 2.100 biciclette, di cui oltre 700 vendute, creando così nuove opportunità di lavoro.

Per la categoria L’impresa per l’ambiente il primo posto è stato conquistato dalla cooperativa Impronte di Ravenna, con il progetto “Kirecò, Parco dell’innovazione per le imprese, il territorio e le persone”. Nel realizzare la propria sede, è stato avviato un intervento di riqualificazione di un’area degradata mettendo a disposizione spazi per la cittadinanza e di co-working rivolti ad imprese sensibili ai temi della sostenibilità.

Primo premio a Sandra Spa, impresa di Parma del settore packaging, per la categoria L’impresa per la qualità della vita col progetto “Safe Circle”. Partendo da un impegno consolidato sui temi della sicurezza sul lavoro, è stata promossa la prevenzione dei rischi negli ambienti domestici. Sono stati coinvolti oltre 250 dipendenti in attività di valutazione dei rischi, con un incremento del 60% delle buone prassi per la sicurezza e la riduzione degli infortuni esterni.

La sezione speciale Start Up innovative è stata vinta da U Watch, azienda di Faenza che ha progettato un bracciale dalle dimensioni e delle sembianze di un orologio per il monitoraggio delle persone affette da demenza senile e Alzheimer. U Watch consente di monitorare la persona nell’arco delle 24 ore presso la propria abitazione, evitando il trasferimento in strutture dedicate con risparmi significativi per le famiglie e il Sistema sanitario.

Le imprese vincitrici avranno la possibilità di partecipare al programma Go-Global di promozione e internazionalizzazione della Regione Emilia-Romagna, come ambasciatori ER.Rsi in Italia e nel mondo. Per i vincitori di ogni categoria la Regione ha realizzato video promozionali e assegnerà un contributo per sostenere ulteriori azioni nel 2017 sui temi dello sviluppo sostenibile.

Assegnate infine 4 menzioni speciali a Impronta Etica di Bologna, per il progetto Pact 4 Youth - Atction Plan Italiano; Executive Service, società benefit di Castel San Pietro Terme, per il progetto 00Gate, il primo Data Center a emissioni zero del Sud Europa; Gala Cosmetici di Forlì per il progetto Bio Natyr - benessere solidale, e a Serigrafia 76 di Montecchio Emilia, per il progetto Festa della Mamma che lavora.

Azioni sul documento
Pubblicato il 13/12/2016 — ultima modifica 13/12/2016
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it