sabato 24.06.2017
caricamento meteo
Sections

Industria artigianato cooperazione servizi

Terremoto, ordinanza per semplificare il trasferimento delle imprese

La Regione mette a disposizione 10 milioni di euro dei Fondi Por-Fesr per contribuire a sostenere i costi degli spostamenti e favorire una rapida ripresa delle attività produttive e commerciali

25.06.2012 > Terremoto

Varata un'ordinanza, la terza, per snellire e semplificare le pratiche per lo spostamento delle attività produttive e commerciali danneggiate nelle aree colpite dal sisma. Il provvedimento è stato firmato dal commissario delegato alla ricostruzione Vasco Errani.

“La Regione - ha annunciato il presidente Vasco Errani – mette a disposizione risorse, circa 10 milioni di euro all'interno dei Fondi Por-Fesr così come definito con le autorità dell'Unione Europea, per contribuire, concretamente e immediatamente, a sostenere i costi degli spostamenti”.

Il documento - emanato d'intesa con il Capo del Dipartimento per la Protezione Civile della Presidenza del Consiglio dei Ministri Franco Gabrielli - fa riferimento al Decreto emanato dal Governo (Decreto legge 6 giugno 2012, n. 74 sugli “Interventi urgenti in favore delle popolazioni colpite dagli eventi sismici che hanno interessato il territorio delle province di Bologna, Modena, Ferrara, Mantova, Reggio Emilia e Rovigo, il 20 e il 29 maggio 2012”).

L'ordinanza riguarda la delocalizzazione delle attività commerciali e produttive preesistenti e già attive fino al momento del sisma del maggio 2012 per le quali è necessario trasferire la sede in nuovi locali, strutture, aree scoperte, pubbliche o private. L’ambito territoriale, in cui delocalizzare le attività produttive coincide con l'area dei comuni interessati dal sisma individuati dal Decreto del Ministero dell'Economia e delle Finanze del 1° giugno 2012.

Per la delocalizzazione totale o parziale, che può essere temporanea (fino al 31 dicembre 2012 salvo proroghe) o definitiva e deve essere realizzata in locali idonei (senza requisiti specifici occorre prima una richiesta di autorizzazione comunale), dotati di tutti i requisiti igienico-sanitari, strutturali, edilizi ed urbanistici ed impiantistici, è necessario inoltrare una comunicazione allo “Sportello unico per le attività produttive”.
La modulistica è reperibile sul sito del Comune - sezione Sportello unico attività produttive - o presso la sede dello Sportello.

I mercati e le fiere su aree pubbliche, per i quali non è più possibile lo svolgimento nella sede abituale, possono essere trasferiti anche in più sedi all'interno dello stesso comune o in comuni limitrofi, nel rispetto della graduatoria di mercato e di fiera.

Archivio news

Azioni sul documento
Pubblicato il 25/06/2012 — ultima modifica 03/12/2012 — scaduto
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it