sabato 18.11.2017
caricamento meteo
Sections

ER.Rsi 2016, la Regione Emilia-Romagna premia l’impegno delle imprese per un futuro sostenibile

Seconda edizione del riconoscimento che promuove la cultura della responsabilità sociale

Con la seconda edizione del Premio ER.Rsi 2016, La Regione Emilia-Romagna prosegue nel cammino di promozione della cultura della responsabilità sociale d’impresa e dell'innovazione responsabile sostenendo e valorizzando i progetti delle imprese regionali di qualunque settore produttivo, singole o riunite in associazioni no profit, consorzi e reti, oltre alle start up innovative.

L’edizione 2016 del Premio Innovatori responsabili è legata all’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile: il contributo delle realtà produttive emiliano-romagnole è importante per il conseguimento dei 17 obiettivi indicati dall'Assemblea delle Nazioni unite; le aziende virtuose aiutano infatti a diffondere, con il loro esempio e il sostegno della Regione, le buone pratiche in materia d’innovazione responsabile.

Al bando hanno partecipato 53 realtà produttive tra società di capitali (55%), seguite dalle cooperative (34%), in cui sono comprese le cooperative sociali (15%) e le associazioni di imprese (le altre forme incidono ciascuna per il 6%). I 49 progetti ammessi sono stati valutati in base al contenuto di innovazione, dimensione multistakeholder, coinvolgimento del management, risultati raggiunti, coerenza con gli obiettivi indicati nell'Agenda 2030 e nella Carta dei principi di Responsabilità sociale d'Impresa della Regione Emilia-Romagna.

Quest’anno sono stati premiati 19 progetti legati a diverse aree tematiche: L’impresa e la scuola, L’impresa per la crescita e l'occupazione, L’impresa per l'ambiente, L’impresa per la qualità della vita.

Sezione L’impresa e la scuola: primo classificato Coop Alleanza 3.0 (Bologna) con il progetto Ticipi di gusto. Scuola, cultura, territorio; secondo classificato Florim Ceramiche S.p.s. (Fiorano Modenese, MO) con il progetto Master in Florim; terzo classificato Socfeder S.p.a. con il Progetto Speciale di Alternanza Scuola Lavoro.

Sezione L’impresa per la crescita e l’occupazione: primo classificato Cooperativa sociale Il Germoglio onlus (Ferrara) con il progetto Ricicletta; secondo classificato Madre Teresa Società cooperativa sociale (Reggio Emilia) con il progetto Filo Rosa; terzo classificato Associazione Orius (Bologna) con il progetto RAEE in carcere.

Sezione L’impresa per l’ambiente: primo classificato Impronte società cooperativa (Ravenna) con il progetto Kirecò; secondo classificato Formula Solidale società cooperativa sociale onlus (Forlì, FC) con il progetto 4U; terzo classificato Erbacci S.r.l. (Faenza, RA).

Sezione L’impresa per la qualità della vita: primo classificato Sandra S.p.a. (San Polo di Torrile, PR) con il progetto Safe Circle; secondo classificato Coop. Di Bagnini di Cervia soc. coop. P.a. (Cervia, RA) con il progetto Un bagnino per amico; terzo classificato Cir Food S.C. (Reggio Emilia) con il progetto NoiXNoi.

Sezione Start Up Innovative: primo classificato U Watch S.r.l.s. (Faenza, RA) con il progetto del Bracciale Multifunzionale per la localizzazione indoor e outdoor; secondo classificato Energy Way S.r.l. (Modena) con il progetto #AlloraSpengo; terzo classificato By-entO S.r.l. (Piacenza) con il progetto BY-entO.

Menzioni speciali: Impronta Etica (Bologna) con il progetto Pact4Youth – Action Plan Italiano; Executive Service S.r.l. S.B. (Castel San Pietro Terme, BO); Gala S.r.l. (Forlì, FC) con il progetto Bio Natyr; Serigrafia 76 S.r.l. (Montecchio Emilia, RE) con il progetto Festa della Mamma che Lavora.

La cerimonia di premiazione dell'edizione 2016 si è svolta il 12 dicembre 2016 nella sede della Regione Emilia-Romagna. Presenti all'evento, in qualità di relatori, Roberto Ricci Mingani della Regione Emilia-Romagna, che ha introdotto il convegno e il riconoscimento regionale collegandolo al Programma operativo regionale Fesr 2014-2020; Enrico Giovannini dell'Università di Roma Tor Vergata, portavoce Asvis (Alleanza italiana per lo sviluppo sostenibile), che ha parlato di sviluppo sostenibile e dell'importanza di questa tematica; Benedetta Francesconi del Ministero dello Sviluppo economico, che si è soffermata sulla collaborazione tra Mise e Regione Emilia-Romagna; Elisabetta Gualmini, vice presidente della Regione Emilia-Romagna, che ha manifestato grande soddisfazione per la partecipazione delle imprese all'iniziativa e per la qualità e la varietà dei progetti proposti. All'evento hanno preso parte anche Roberto Morisi e Romano Verardi, portavoce della Carpignani, premiata lo scorso anno.

La Regione Emilia-Romagna mette in campo da tempo diversi strumenti per promuovere la responsabilità sociale: dalla Legge regionale 14/2014 sull'attrattività e la promozione degli investimenti, il Programma operativo del Fondo europeo di sviluppo regionale Por Fesr 2014-2020, il Programma operativo del Fondo sociale europeo Por Fse 2014-2020, la Strategia di specializzazione intelligente (S3) approvata dall'Assemblea regionale nel giugno 2014, la collaborazione con Unioncamere e le Province dell'Emilia-Romagna e la sottoscrizione della Carta dei Principi di Responsabilità Sociale d'Impresa dell'Emilia-Romagna.

Approfondimenti

Azioni sul documento
Pubblicato il 22/12/2016 — ultima modifica 22/12/2016
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it