sabato 18.11.2017
caricamento meteo
Sections

Progetti Ict per professionisti

Por Fesr 2014-2020, Asse 3 , Azione 3.5.2 - Contributi per le attività professionali
Tipologia di bando Agevolazioni, finanziamenti, contributi
Destinatari
  • Imprese
  • Altro
Ente
  • Regione Emilia-Romagna
Data di pubblicazione 22/03/2017
Scadenza termini partecipazione 09/10/2017 19:30
Presentazione domanda

Avviso

Si comunica che per la seconda call verrà anticipata la chiusura della seconda finestra, qualora venissero trasmesse 200 domande, prima del 10/10/2017 e di procedere ad una sua eventuale riapertura, in caso di utilizzo parziale delle risorse previste dal bando approvato con la Deliberazione della Giunta regionale n.331/2017 e succ. mod.

  • Modifica al paragrafo 7 Documentazione a corredo della domanda:
    Sia i singoli professionisti, che le Associazioni di professionisti e le Società tra professionisti, dovranno allegare alla domanda (in aggiunta ai documenti già previsti), pena l’inammissibilità della stessa, “l’attestazione di regolarità contributiva rilasciata dalla cassa previdenziale di competenza” (in caso di domanda presentata da Associazioni/Società, dovrà essere allegata l’attestazione di regolarità contributiva di ciascun associato/socio).
    Qualora non sia disponibile al momento della presentazione della domanda, tale attestazione dovrà essere inoltrata entro i 30 gg. successivi, in quanto vincolante per l’ottenimento della concessione del contributo.
  • Modifica al paragrafo 6.1 Termini di presentazione delle domande di contributo:
    gli interventi previsti per la 2ª finestra che si apre il 12 settembre 2017, dovranno concludersi entro il 15 settembre 2018.

Obiettivi

Il  bando è finalizzato al supporto di soluzioni Ict per le attività delle libere professioni e l’implementazione di servizi e di soluzioni avanzate in grado di incidere significativamente sull’organizzazione interna, sull’applicazione delle conoscenze, sulla gestione degli studi e sulla sicurezza informatica.

Beneficiari

Il bando è rivolto a:

  • Liberi professionisti ordinistici,  titolari di partita Iva, esercitanti attività riservate, iscritti ai sensi dell’art. 2229 del codice civile a Ordini o Collegi professionali e alle rispettive Casse di previdenza, che operano in forma singola, associata o societaria
  • Liberi professionisti non ordinistici titolari di partita Iva, autonomi, operanti in forma singola, o associata di “studi formalmente costituiti“ (esclusa la forma di impresa). . Siano iscritti alla gestione separata Inps previsto dall'art. 2, comma 26 della Legge 335/95, anche appartenenti ad Associazioni professionali riconosciute di cui alla L. n.4/2013 

Interventi ammessi

I progetti dovranno contribuire a creare opportunità di sviluppo, consolidamento e valorizzazione delle attività libero professionali tramite la realizzazione d’interventi per:

  • favorire lo sviluppo, la strutturazione delle attività libero professionali e il loro riposizionamento

  • facilitare l‘affiancamento dell’attività professionale ai processi di efficientamento della pubblica amministrazione

  • incentivare gli investimenti in nuove tecnologie, innovazioni di processo, in tecnologie informatiche

  • diffondere la cultura d’impresa, dell’organizzazione e della gestione/valutazione economica dell’attività professionale

  • consolidare le realtà professionali attraverso la stabilizzazione del lavoro

I progetti per i quali viene presentata domanda di contributo dovranno avere una dimensione minima di investimento pari a complessivi € 15.000,00

Il contributo è concessa nella misura del 40% dell’investimento ritenuto ammissibile fino ad un  massimo di € 25.000,00.

Scadenze

La presentazione della domanda avviene per via  telematica tramite applicativo web Sfinge 2020. Le domande La trasmissione della domanda di contributo dovrà essere effettuata, pena la non ammissibilità, entro le seguenti scadenze:

  • dalle ore 10.00 del giorno 3 maggio 2017, fino alle ore 17.00 del giorno 31 maggio 2017. Le risorse disponibili per i progetti presentati in questa finestra ammontano ad Euro 1.000.000 
  • dalle ore 10.00 del giorno 12 settembre 2017, alle ore 17.00 del giorno 10 ottobre 2017
    Le risorse disponibili per i progetti presentati in questa finestra ammontano ad Euro 2.000.000 

Per informazioni

Sportello imprese
dal lunedì al venerdì, 9.30-13.00
tel. 848.800.258 (chiamata a costo tariffa urbana, secondo il proprio piano tariffario) infoporfesr@regione.emilia-romagna.it

  • Aprire una segnalazione tramite la voce Segnalazioni dall'applicativo Sfinge2020
  • telefonare al numero 06.99.330.300 Attenzione Il supporto telefonico è fornito solo dopo che è stata aperta una Segnalazione con le informazioni di dettaglio necessarie a comprendere la problematica.
    Non si fornisce supporto tecnico via email
Azioni sul documento
Pubblicato il 22/03/2017 — ultima modifica 10/10/2017
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it